programma-storica-parata-dei-turchi

Il Maggio Potentino nel vivo dei festeggiamenti in onore a San Gerardo. Un ricco cartellone di eventi che dureranno fino al 16  giugno!

E’ divenuta ormai una consuetudine a Potenza che ogni anno si ripete tra Maggio e Giugno quando vengono realizzate tantissime iniziative per celebrare il Santo Patrono della città San Gerardo La Porta. Evento che è diventato nel tempo una vera e propria “festa della città”. Infatti sono circa 100 gli eventi culturali che si stanno svolgendo a Potenza e che dureranno fino al 16 giugno ed includono anche i festeggiamenti in onore del Santo patrono San Gerardo.

  • Chi è San Gerardo la Porta?

Gerardo fu il Vescovo di Potenza dal 1111 al 1119 d.C.. Originario di Piacenza ed appartenente ad una famiglia nobile, i marchesi Della Porta, era diretto verso i luoghi santi quando si fermò a Potenza per dedicarsi alla vita apostolica, sopratutto con i giovani.

Venne scelto come vescovo per le sue virtù, uomo di cultura e di solida pietà, resse la Chiesa di Potenza per otto anni. Anche da vescovo «era di tanta sobrietà – scrive il biografo e successore Manfredi – da sembrare un monaco». 

Durante la sua permanenza nella città di Potenza gli vennero attribuiti diversi miracoli, come l’aver cambiato l’acqua in vino ed un altro miracolo che rimase nella storia e nella memoria dei potentini: la cacciata dei mori. Infatti la storia narra che San Gerardo che fermò i Turchi mentre risalivano con le loro navi il fiume Basento (quando era ancora navigabile) ed impedì che la città venne attaccata e saccheggiata.

Gerardo morì nel 1119 e dopo un anno dalla sua morte Callisto II (il Pontefice di Roma) lo proclamò Santo a furor di popolo.

Le ossa di S. Gerardo riposano sotto l’altare a lui dedicato nella Chiesa Cattedrale di Potenza. Il Santo viene onorato, in modo particolare, il 30 ottobre, giorno della sua morte, e il 30 maggio a ricordo della traslazione delle sue ossa, fatta dal Vescovo Oberto nel 1250.

 

 

  • Storica Parata dei Turchi

Ogni anno il 29 Maggio in onore di San Gerardo la Porta viene rievocata la Storica Parata dei Turchi per raccontare la fermata dei Turchi da parte di San Gerardo, il percorso si snoda nel centro di Potenza per circa 4 km.

Elemento principale della sfilata è proprio la nave dei mori con al seguito «Civuddin» il «Gran Turco» e conclude la Parata il Santo che viene salutato ed acclamato da tutto il popolo.

Quest’anno saranno circa 1.160 i figuranti di ogni età, con i costumi di varie epoche, dal XII – XVI e del XIX secolo, per segnare la continuità della tradizione, a cui si aggiungono sbandieratori, tamburini, circa 50 cavalli che dal pomeriggio animeranno e sfileranno dal Campo Sportivo Viviani fino al cuore antico della città, dove in tarda serata, dopo la simbolica consegna delle chiavi al Conte Guevara, sarà accesa la Iaccara un cinto alto una decina di metri.

Assistono alla Parata circa 100 mila persone lungo tutto il tragitto, tanti anche i turisti che in questo giorno partecipano alle numerose degustazioni organizzate dai ristoratori della città e non solo.

Scopri il programma dei vari eventi!

Seguici su Facebook: B&B Arcobaleno

Seguici su Instagram: beb_arcobaleno

Comments are closed.